Fontanellato - La Rocca Sanvitale - La Via Gardigena

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Turismo & Territorio > Itinerari & Turismo > Fontanellato - La Sala del Parmigianino
Fontanellato (PR)

LA ROCCA SANVITALE
La Sala del Parmigianin0
Piazza Matteotti, 1
tel. 0521/823200 - info@fontanellato.org - www.fontallato.org
Il visitatore scopre quasi all'improvviso la Rocca di Fontanellato, percorrendo le strette strade di impianto medievale, sulle quali si aprono minuscole botteghe sotto bassi portici dagli architravi il legno
e dalle rustiche pilastrature.
Appena s'intravede l'isolato e solitario castello. Lo spazio, che prima appariva angusto e tortuoso sembra dilatarsi, espandersi in una vastità imprevista. La Rocca, circondata da un grande fossato, descritta non casualmente come "peschiera" nei documenti antichi, si presenta con un'eleganza aristocratrica singolare, ma che la rende inconfondibile nel vario e ricco panorama dei castelli, che dal Po alla montagna, punteggiano e immperlano di rare preziosità il territorio di Parma.
Castello questo che non ha perso nulla del fascino che gli deriva dall'esser stato una costruzione di difesa militare nei tempi ferrigni e aspri del medioevo. La cinta esterna venne eretta, a partire dal torrione quadrato posto a nord e che in origine era molto più alto, probabilmente attorno al 1386 e completata su pianta quadrata alla metà del '400.
Una corretta rilettura odierna dell'edificio è molto difficile, anche se, nel cortile, dicerse sono le racce di aperrture e chiusure.
Originaria, sepuur restaurata, la quattrocentesca scala a voltre che conduce alla loggia superiore, così come originario i, porticato che al piano terra si sviluppa sul lato nord-est.
Le finestre ogivali che si aprono su tre lati del cortile sono di stile tardogotico.
La corte, anche se ricorda ancora il suo essere fortificazione militare, ha tuttavia nell'uso elegante del cotto, nella ricercatezza del doppio loggiato, una certa grazia signorile. Così tutta la Rocca di Fontanellato unisce il senso di forza e di compatta solidità propria delle costruzioni militari, ma con una grazia, ancora un pò acerba, ma comunque molto evidente, proprie di un'età signorile che va scoprendo l'umanesimo e con essa i piaceri del vivere e dell'intelligenza in fermento dell'epoca.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu